Le Novità IVA (2015)

by / sabato, 21 febbraio 2015 / Published in Corsi anni precedenti

Le dichiarazioni di intento. Adempimenti generali. L'esportatore abituale. Il Periodo transitorio.Operazioni verso Paesi Black-List. Semplificazioni elenchi Intrastat 

Obiettivi del Corso

Obiettivo del corso è portare a conoscenza degli iscritti all’albo e dei tirocinanti le novità sulle semplificazioni fiscali (decreto legislativo 21 novembre 2014, n.175 - approvato in via definitiva dal Consiglio dei Ministri il 30/10/2014), volte a ridurre gli oneri amministrativi nei confronti degli operatori economici e favorire un sistema più equo, trasparente ed orientato alla crescita economica del Paese. I temi trattati, propri del doganalista, riguardano le novità in materia di dichiarazione di intento, le comunicazioni black-list; gli adempimenti VIES, le semplificazioni elenchi intrastat servizi, le sanzioni per omissioni o inesattezza dati statistici degli elenchi riepilogativi intra, non tralasciando gli aspetti cautelativi che dovrebbe adottare il doganalista.

Mauro Lopizzo

Mauro Lopizzo

Mauro Lopizzo,esperto doganalista, membro della Comissione Nazionale di coordinamento per la Formazione a Distanza e membro del Consiglio Nazionale degli Spedizionieri Doganali, ha introdotto il corso.
Maurizio Barone

Maurizio Barone

Maurizio Barone, è esperto di materia doganale.

Descrizione del corso

Il corso, articolato su argomenti di fiscalità internazionale (D. Lgs. N.175/2014), ha riguardato: 1) le novità sulla dichiarazione d’intento telematica (art.20), gli adempimenti dell’esportatore abituale/importatore e le cautele del doganalista; a tal proposito, sono stati messi a disposizioni dei partecipanti i recenti provvedimenti dell’Agenzia delle entrate (Prot. n.19388/2015 dell’11/02/2015) e dell’Agenzia delle dogane (Prot. n.17631 dell’11/02/2015); 2) le comunicazioni con i Paesi black-list (art.21); 3)La richiesta di autorizzazione per effettuare operazioni intracomunitari e l’inclusione immediata nell’archivio VIES (art.22); 3) le semplificazioni dei dati presenti nei prossimi elenchi Intra servizi (art.23); 4) le sanzioni per omissioni o inesattezza dei dati statistici degli elenchi intrastat.

Il Codice Doganale - Presentazione

Il tuo avanzamento su questo corso

Devi effettuare il LOGIN per poter verificare l'avanzamento del tuo corso o accedere alle Videolezioni e Test

Se hai difficoltà consulta la Guida

Riepilogo del corso

Modulo 1 Modulo 1 - Le dichiarazioni di intento. Adempimenti generali. L'esportatore abituale
Questo primo modulo consta di una videolezione, della durata circa 21 minuti e di un test di verifica, che comprende 10 domande a risposta multipla. Il D.Lgs. 21 novembre 2014, n. 175, c.d. “Decreto Semplificazioni”, ha previsto una serie di semplificazioni fiscali. La prima novità che trattiamo, è stata introdotta dall’art. 20, che ha modificato le regole di gestione delle dichiarazioni di intento. Come sappiamo gli operatori nazionali che intendono usufruire della facoltà di acquistare o importare beni e/o servizi senza applicazione dell’imposta, in quanto esportatori abituali, sono tenuti all’esecuzione di determinati adempimenti.
Unità didattica 1 Le Novità IVA (2015) - Videolezione 1
Unità didattica 2 Le Novità IVA - unità didattica 01 - Test Verifica
Modulo 2 Modulo 2 - Le dichiarazioni di intento.Il Periodo transitorio.
Questo secondo modulo consta di una videolezione, della durata circa 21 minuti e di un test di verifica, che comprende 10 domande a risposta multipla. Fino all’11.2.2015 gli esportatori abituali possono consegnare / inviare la dichiarazione d’intento ai propri fornitori con le previgenti modalità. In tal caso, il fornitore non dovrà verificare l’avvenuta presentazione della dichiarazione d’intento all’Agenzia delle Entrate. Gli esportatori abituali, considerata la disponibilità del software per l’invio, possono comunque già utilizzare il nuovo sistema di presentazione telematica della dichiarazione d’intento.
Unità didattica 1 Le Novità IVA (2015) - Videolezione 2
Unità didattica 2 Le Novità IVA - unità didattica 02 - Test Verifica
Modulo 3 Modulo 3 - Le dichiarazioni di intento.Operazioni verso Paesi Black-List. Semplificazioni elenchi Intrastat
Questo terzo modulo consta di una videolezione, della durata circa 18 minuti e di un test di verifica, che comprende 10 domande a risposta multipla. Secondo la disciplina previgente, i soggetti passivi IVA avevano l’obbligo di comunicare telematicamente all’Agenzia delle entrate tutte le cessioni di beni e le prestazioni di servizi di importo superiore ad euro 500 effettuate e ricevute, registrate o soggette a registrazione, nei confronti di operatori economici aventi sede, residenza o domicilio in Paesi black- list. La nuova disposizione semplifica tale disciplina, prevedendo che i dati relativi ai rapporti intercorsi con Paesi black- list siano forniti con cadenza annuale, elevando ad euro 10.000 la soglia di valore complessivo delle operazioni da comunicare.
Unità didattica 1 Le Novità IVA (2015) - Videolezione 3
Unità didattica 2 Le Novità IVA - unità didattica 03 - Test Verifica

TOP Collegati ad acquacampania